Acqui Terme incorona la Modella per l'arte 2006


Acqui Terme. La bellezza femminile abbinata all'arte. È questo il concetto del concorso nazionale "La Modella per l'Arte - Premio Brachetto d'Acqui Docg", evento artistico-culturale e mondano che quest'anno festeggia la trentesima edizione, e che sabato 30 settembre e domenica 1º ottobre, al Grand Hotel Nuove Terme, celebrerà l'atto finale dell'avvenimento, per il 2006. Parliamo di una manifestazione che di anno in anno ha proseguito con un particolare fascino e tanti motivi di interesse. Alle "Nuove Terme", a sfilare in passerella saranno venti modelle, "muse" ispiratrici di altrettanti pittori chiamati a ritrarle per realizzare un quadro sul tema "La donna del nostro tempo". Infatti per le candidate alla finalissima della manifestazione è necessaria la bellezza, ma devono incarnare lo spirito del nostro presente.
Le aspiranti ad indossare la corona di "modella" per il 2006, provengono da ogni parte del nostro Paese. Sono state infatti preferite durante una quarantina di selezioni nazionali effettuate da gennaio a settembre in locali di prestigio situati in centri turistici d'Italia. Ogni manifestazione è stata recensita per un totale di un centinaio di volte da giornali, riviste, televisioni pubbliche e private.
Nelle immagini televisive e negli articoli pubblicati per descrivere "La Modella per l'Arte", come documentato dalla rassegna stampa presentata dal patron dell'avvenimento, Paolo Vassallo, è sempre apparsa l'indicazione della città ospitante la "due giorni" della finalissima, vale a dire Acqui Terme. Anche il nome degli sponsor e quello dell'Hotel Nuove Terme, albergo che ospita i galà e gli spettacoli programmati per incoronare la vincitrice del concorso, è comparso in forma evidenziata in ogni servizio giornalistico. Solamente l'evento del ritiro della Juventus nella città termale ha superato il battage dedicato all'avvenimento, fatto conoscere sui mass media con la relativa diffusione del nome di Acqui Terme. Parliamo ovviamente di articoli ed immagini televisive che hanno superato i confini di Cassine o Rossiglione, tanto per fare un esempio, e sono stati diffusi a livello nazionale.
Nelle passate edizioni i festeggiamenti finali per ben sedici anni si sono svolti in Piemonte con il patrocinio della Regione Piemonte, periodo in cui era assessore l'attuale presidente delle Terme, Andrea Mignone. Negli anni dal 1984 al 1987 si svolse ad Acqui Terme, all'allora Grand Hotel Antiche Terme. Nella città termale la manifestazione tornò nel 2001 su proposta del sindaco Danilo Rapetti e dell'assessore al Turismo, Alberto Garbarino. Venne "strappata" al Lago Maggiore, dove era approdata con i buoni auspici di personalità, anche politiche, dell'epoca.
L'avvenimento ha sempre annoverato illustri pittori che ne sono stati i protagonisti. Ricordiamo, tra gli altri anche perché furono in primo piano nelle edizioni acquesi, Domenico Purificato e Salvatore Fiume. I maestri presenti alla finalissima del 30 settembre e 1º ottobre ad Acqui Terme saranno Luca Alinari, Piero Gauli, Marco Lodola, Franco Azzinari, Mimmo Alfarone, Stefano Puleo, Antonio Tamburro, Giovanni Conservo, Brescianini da Rovato, Salvatore Magazzini, Roberto Poloni, Maurilio Colombini, Maria Luisa Simone, Riccardo Benvenuti, Nando Chiappa, Camillo Francia, Luca Dall'Oglio, Luciano Crepaldi, Katya Andreeva e Dario Ballantini, il popolare trasformista di "Striscia la notizia", che è anche un valente pittore.
Durante la "due giorni dell'arte", presentata da Beppe Convertini, sono in programma saggi di pittura, interviste e riprese tv, premiazioni di tutti i protagonisti. Il clou della manifestazione sarà alla sera di domenica 1º ottobre con un gran galà, ad invito, presentato sempre da Beppe Convertini, con la presenza di personalità del mondo della cultura, dell'arte, dello spettacolo, con la partecipazione di Franco Fasano. (C.R.)